Appena passata la leggera riduzione che copre lo spettacolare spettro aromatico dello Zibibbo entrerete nel mondo di Nino Barraco. Vini dritti e nervosi accompagnati da una bella dose di sale natrurale sono alcune delle principali connotazioni dei suoi vini.

Questo Zibbibo secco è l'esempio lampante che si può abbinare questo vitigno ad un pasto di pesce come per esempio una bella grigliata di crostacei. 

Amici godete. Amen.

Nino Barraco - Zibibbo

€ 21,00Prezzo
  • In sole 15 vendemmie, Nino Barraco è riuscito ad assumere un ruolo di leader del nuovo vino indipendente marsalese. Il suo appassionato lavoro, ispirato al leggendario ideatore del “Vecchio Samperi”, Marco De Bartoli, ha infatti a sua volta spinto molti altri vignaioli a mettersi in proprio cercando di ripensare il consolidato modello produttivo della zona, ormai da decenni monopolizzato da grandi aziende private e dal loro Marsala “britannico” (cioè fortificato, come imposero Woodhouse e soci a fine Settecento), affiancate dalle numerose cantine sociali e dai loro vini sfusi.

    Oggi Barraco, con una nuova cantina, inaugurata nel 2015, e un’estensione vitata considerevole (dai sei ettari iniziali è arrivato a gestirne 14), continua a rappresentare, con umiltà sorprendente e fertile irrequietezza, l’avanguardia della nouvelle vague di Marsala. Mi sembra significativa una sua frase pronunciata durante la sessione di assaggi: “Dopo 14 anni da produttore di vino credi di aver acquisito molta esperienza in vigna e in cantina e guadagnato una certa sicurezza, credi di aver imparato tutto, invece spesso succedono fatti incredibili e contraddittori che annullano tutte le tue certezze e ti inducono quasi a pensare di dover ricominciare da capo”.

    Nino è da sempre un fautore dell’approccio “naturale” sia in vigna che in cantina: niente irrigazione, niente sistemici, terreni nutriti col favino, vendemmie interamente manuali, fermentazioni spontanee, macerazioni sulle bucce anche per i bianchi (saggiamente ridotte nelle ultime edizioni), pochi solfiti e niente legno, a parte i due vini ossidativi ispirati al periodo pre-british. Il patrimonio viticolo giace in Contrada Bausa, nei pressi della cantina, a Petrosino, a un passo dal mare, e a Castelvetrano. Le bottiglie prodotte annualmente sono circa 40mila, con l’obiettivo di arrivare a 50mila.

    Grazie a lui lo Zibbibbo è tornato a risplendere.

  • Facebook
  • Instagram
  • Trip Advisor

©2020 by Michele Bontempi & La Dispensa san Felice.